Rubino di Cantavenna


Il vino eleva l’anima e i pensieri, e le inquietudini
si allontanano dal cuore dell’uomo.

Pindaro

Prodotto dalla rinomata casa vinicola del Castello di Gabiano, oggi vogliamo parlarvi del Rubino di Cantavenna, ormai da tempo presente sui nostri scaffali.

Abbiamo scelto di spendere qualche parola su questo vino, in quanto rappresentativo dell’eccellenza enologica del panorama locale.

Si tratta, infatti, di un vino DOC piemontese, prodotto esclusivamente nel territorio di Gabiano, in provincia di Alessandria.

A rendere il Rubino di Cantavenna un piccolo gioiello tra i vini del piemonte è la sua miscela. Esso è costituito appunto di Barbera (75-80%), Freisa (10-20%) e Grignolino (0-5%).

L’uva utilizzata per produrlo è sottoposta ad un’attenta selezione e le proprietà agronomiche del territorio conferiscono al vino grande complessità e concentrazione.

Tuttavia, prima di poter degustare un buon Rubino di Cantavenna, bisogna aspettare ben 16 mesi di affinamento in legno, di cui 8 mesi in barrique, 8 mesi in botte grande ed ulteriori 6 mesi in bottiglia.

Ma… sicuramente l’attesa verrà ripagata.

Il Rubino di Cantavenna si presenta alla vista con un bel colore rosso rubino, mentre, all’olfatto, lo caratterizzano note primarie di frutta rossa e un sottofondo di spezie, cuoio e tabacco.

Al gusto: armonico, ma allo stesso tempo morbido e di buona persistenza.

A contraddistinguerlo il suo equilibrio tra la freschezza del barbera e i tannini del freisa, frutto dell’attenta preparazione secondo le tradizioni del casato.

Lo consigliamo con primi piatti, carni, funghi e formaggi di media stagionatura, servito ad una temperatura di circa 20°C.

Un pensiero riguardo “Rubino di Cantavenna

I commenti sono chiusi.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
search previous next tag category expand menu location phone mail time cart zoom edit close