Amaretti di Mombaruzzo

Cucina è magia.

Chi avrebbe immaginato che zucchero, mandorle e albumi avrebbero potuto dar vita ad un dolce tanto semplice quanto delizioso come i morbidi amaretti di Mombaruzzo?

Per fortuna qualcuno, più di 300 anni fa, ebbe questa intuizione.

Si dice, infatti, che tutto ebbe origine da una ricetta a base di mandorle di una giovane siciliana, a servizio di casa Savoia come pasticcera. La fortuna volle che l’economo di corte Francesco Moriondo se ne innamorasse.

Lasciata casa Savoia, infatti, la coppia aprì un piccolo laboratorio di pasticceria, proprio nel paesino piemontese di Mombaruzzo.

Qui, nel verde delle splendide colline astigiane, la ricetta venne perfezionata e, grazie all’aggiunta delle armelline, le mandorle amare delle albicocche, il dolce acquisì il suo gusto inimitabile.

Gli amaretti devono infatti il loro nome proprio al sentore amarognolo conferito dalle armelline, che li contraddistinguono decisamente dagli altri dolci a base di mandorle.

Grazie alla totale assenza di farina nell’impasto, gli amaretti sono un prodotto privo di glutine e, quindi, adatto al consumo anche per intolleranti al frumento.

Sul nostro scaffale da Grani di Pepe troverete gli originali Amaretti di Mombaruzzo firmati Casa Vicenzi, piccola azienda artigianale esperta nella preparazione di questo dolce dal 1955.

3 pensieri riguardo “Amaretti di Mombaruzzo

I commenti sono chiusi.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
search previous next tag category expand menu location phone mail time cart zoom edit close